2 20
array(4) { [0]=> array(4) { ["id"]=> string(2) "20" ["nome"]=> string(24) "tappeti persiani antichi" ["descrizione"]=> string(2106) "

Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18.


I tappeti persiani antichi hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk o Sarouk annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono quindi inseriti tra i tappeti persiani antichi.

In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.


" ["url"]=> string(24) "tappeti-persiani-antichi" } [1]=> array(4) { ["id"]=> string(2) "21" ["nome"]=> string(23) "tappeti persiani vecchi" ["descrizione"]=> string(3141) "

Definiamo vecchi i tappeti annodati tra le due guerre; in genere le lane sono ancora filate a mano ed i colori risultano molto gradevoli in quanto stemperati dal tempo. In molti pezzi di villaggio troviamo ancora usati alcuni colori vegetali ma la scelta effettuata all'epoca di tingere le lane in un modo o nell'altro era di natura esclusivamente economica (si usava quello che si aveva a disposizione). Nel vecchio Iran, territorio vastissimo, ogni villaggio annodava secondo propri schemi adottando disegni e tecniche di annodatura diverse, è così possibile distinguere le manifatture di ogni singolo villaggio.



Ecco alcuni esempi: Meskin, Karadjeh, Heriz, Tabriz, Zandjan, Mazlagan, Tafresh, Saveh, Hamadan, Lori, Bordjalou, Djosan, Malayer, Lillian, Viss, Bakhtiari, Kashan, Hosseinabad, Aroon, Meihmeh, Goravan, Najafabad, Yazd, Kirman, Afshari, Shiraz, Abadeh, Kaskai, Qashqai, Sirdjan, Mud, Beluc. Collochiamo in questo gruppo anche le primissime manifatture delle città di Kum (Goom) ed Isfahan, caratterizzate dall'estrema raffinatezza del nodo e dall'uso della seta sia nella struttura ( trama ed ordito) sia nel vello.


" ["url"]=> string(23) "tappeti-persiani-vecchi" } [2]=> array(4) { ["id"]=> string(2) "22" ["nome"]=> string(22) "tappeti persiani nuovi" ["descrizione"]=> string(2007) "

Sono tappeti persiani nuovi i tappeti annodati dalla fine della Seconda guerra mondiale fino ai nostri giorni. Bisogna però fare una importantissima distinzione tra i tappeti nuovi annodati fino alla rivoluzione islamica del 1979 ed i tappeti annodati dopo tale data.


Pre-rivoluzione (1945-1979)


La caratteristica comune di questi pezzi è la ricerca della definizione del particolare realizzata con lo studio minuzioso del disegno, l'accostamento di infinite sfumature di colore. Questi tappeti persiani nuovi prendono il nome dai luoghi di produzione, sono anche i più conosciuti: Isfahan, Nain, Goom, Kirman, Kashan, Tabriz. Godono di una grande densità dell'annodatura, le trame battute con il pettinino di ferro, le tinte al cromo, caratterizzano questi raffinatissimi esemplari. Scrupolosamente rispettosi delle antiche tecniche ci seducono con una straordinaria morbidezza.


Post rivoluzione islamica (1979- in poi)


Da questa data in poi, anno dell'insediamento della Repubblica Islamica, i tappeti adottano disegni tradizionali ma una qualità discutibile a favore di prezzi progressivamente decrescenti. Di questo periodo, proponiamo solo pezzi che per alcune caratteristiche particolari si differenziano dalla massa dei tappeti annodati. Ricordo i nostri tappeti Kaskai, i Kaskuli annodati nel Fahrs iraniano con lane filate a mano e colori vegetali.


Tappeto per tappeto, esemplare per esemplare vi verranno descritte la qualità, gli anni dell'annodatura, le tecniche.

" ["url"]=> string(22) "tappeti-persiani-nuovi" } [3]=> array(4) { ["id"]=> string(2) "23" ["nome"]=> string(24) "tappeti persiani moderni" ["descrizione"]=> string(757) "

Anche in Iran alcune manifatture tentano la strada della modernizzazione dei disegni; tra queste abbiamo scelto le poche che hanno uno stile adatto al gusto italiano mantenendo la qualità ed il fascino del tappeto persiano moderno. Le strade intraprese dagli ustah iraniani sono due: la prima passa attraverso il recupero in chiave contemporanea dei motivi gabbeh, l'altra usa la destrutturazione del disegno alleggerendolo e rendendolo ancor più elegante. Vedi i tappeti Qashqai Kashkuli annodati con lane provenienti dal Tajikistan ed i tappeti Ghiaj annodati dai Luri.


" ["url"]=> string(24) "tappeti-persiani-moderni" } }
KARADJEH
Morandi Tappeti In stock
KARADJEH
cod. 9126
cm 77 x 519

2.500

MAHAL
Morandi Tappeti In stock
MAHAL
cod. 9024
cm 261 x 336

4.850

SERAPI
Morandi Tappeti In stock
SERAPI
cod. 9020
cm 320 x 390

38.500

MALAYER
Morandi Tappeti In stock
MALAYER
cod. 9019
cm 101 x 293

2.500

TABRIZ
Morandi Tappeti In stock
TABRIZ
cod. 9018
cm 140 x 184

2.300

KASHAN DABIR
Morandi Tappeti In stock
KASHAN DABIR
cod. 9013
cm 125 x 195

2.950

KASHAN
Morandi Tappeti In stock
KASHAN
cod. 9009
cm 135 x 200

12.500

FERAHAN
Morandi Tappeti In stock
FERAHAN
cod. 8872
cm 95 x 141

3.800

MALAYER
Morandi Tappeti In stock
MALAYER
cod. 8911
cm 111 x 200

1.800

MISHAN MALAYER
Morandi Tappeti In stock
MISHAN MALAYER
cod. 8910
cm 122 x 178

2.500

SAROUK
Morandi Tappeti In stock
SAROUK
cod. 8668
cm 60 x 125

1.400

SAROUK
Morandi Tappeti In stock
SAROUK
cod. 8665
cm 64 x 122

1.400

Definiamo antichi i tappeti annodati prima della guerra del 1915/18.


I tappeti persiani antichi hanno le lane filate a mano tinte con colori vegetali, animali o minerali. In alcuni rari casi sono state usate, limitatamente ad alcuni colori, le prime tinte all'anilina. In questi pezzi risulta evidente il tentativo di impreziosire il tappeto con un colore di grande effetto; tengo a sottolineare che si tratta di rari casi, la normalità è che quando troviamo colori all'anilina sono pezzi più giovani che troviamo classificati nel gruppo dei tappeti persiani vecchi. I tappeti di Saruk o Sarouk annodati con colori vegetali fino al 1930, vengono quindi inseriti tra i tappeti persiani antichi.

In questa categoria sono compresi anche i tappeti persiani antichi di alto antiquariato, annodati nella seconda metà del XIX secolo fino al 1883, data dell'insediamento della ditta Zigler a Sultanabad. Questo è il periodo di rinascita del grande artigianato persiano caratterizzato da un'incredibile finezza dell'annodato, dall'utilizzo di lane pregiate, dal vello rasato a pochissimi millimetri dal nodo e da un approfondito studio dei disegni. I capolavori del maestro Mothascem a Kashan, di Hajji Jalili a Tabriz, di Ahmad a Isfahan, e i Senneh sette colori, sono tra le più conosciute manifatture dell'epoca; non di minore importanza gli Heriz armeni noti come Serapi, i tappeti di Sultanabad (la moderna Arak) noti oggi con il nome di Saruk-Ferahan ed i Kirman annodati a Raver.